Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘politica’

Buona BEFANA

Tra i tanti presepi visitati a ROMA mi ha particolarmente colpito quello di Santa Maria sopra Minerva vicino al Pantheon; non solo perché è stato l’unico presepio tra quelli visitati che si è ricordato del terremoto ma anche e soprattutto perché mi ha indotto alcune riflessioni.

img_20170103_1148521

La simbologia della scena è chiara : c’e’ tutta distruzione e solo MARIA SAN GIUSEPPE ed il BAMBINELLO sono salvi e noi affidiamo le nostre speranze a loro. QUESTA MI E’ SEMBRATA LA SINTESI DEL COMPORTAMENTO DELLA NOSTRA AMMINISTRAZIONE : SIAMO UMANI LAVORIAMO TANTO FACCIAMO TUTTO IN SINTONIA CON REGIONE E ALTO COMMISSARIO MA SE IL SIGNORE NON CI METTE UNA PEZZA NON SO COME POTREMMO VENIRNE FUORI.

INDUBBIAMENTE UN PUNTO DI VISTA CHE HA LA SUA LOGICA MA IO SONO PROFONDAMENTE LAICO E PENSO CHE L’UOMO DEBBA PROGRAMMARE E DECIDERE IL PROPRIO FUTURO SENZA LASCIARSI TRASPORTARE DAGLI EVENTI.

Per ammissione di tutti stiamo entrando nella fase della messa in sicurezza e poi inizierà la fase della ricostruzione ( o meglio secondo me della costruzione). La costruzione di quello che sarà questa enorme area logorata dalla BESTIA ….. VA INIZIATA SUBITO IN PARALLELO alla MESSA IN SICUREZZA ALTRIMENTI INSEGUIREMO IDEE DI ALTRI.

Voglio fare due esempi :

  1. CAMERINO2 : lottizzate le aree  e pronti per essere costruiti appartamenti con bellissima visuale su Montigno e Monteprimo con naturalmente tecniche antisismiche all’avanguardia ;
  2. Centro commerciale polivalente con Residence e Centro congressi nell’area ex Alfa a TORRE DEL PARCO circa 10 metri di distanza dal confine del Comune di Camerino, in avviata fase di inizio lavori.

Come vedete qualcuno ha già deciso per noi dove dovrà svilupparsi la città almeno per i prossimi 15 anni , senza che qualcuno della nostra amministrazione abbia presentato un progetto magari condiviso con le opposizioni e con le tante associazioni che abbiamo.Una timida proposta di Mario Cavallaro e dell’assessore Sciapichetti è stata già distrutta dal Sindaco che rilancia con cose impossibili ; come dire 50.000 potenziali abitanti sarebbero una bella base elettorale per contare qualcosa.

Non si conta qualcosa con un rappresentante e lo sta dimostrando il buon Sciapichetti che si ammazza a destra ed a sinistra ma è da solo; l’appartenenza al PD della maggioranza deve  indicarci download-8un modo di fare politica diverso : assessori e consiglieri della maggioranza debbono essere tutti i giorni nelle nostre zone , per vedere per capire e per programmare il futuro e se interessi particolari di qualche pezzo grosso Civitanovese, Maceratese e Recanatese non avessero prevalso , oggi avremmo un presidente della Regione con una vastissima esperienza amministrativa ed in grado di organizzare la macchina organizzativa regionale in maniera decente.

CREDO POSSA BASTARE …. Nella prossima puntata parleremo di UNICAM.

BUONA BEFANA A TUTTI

 

 

Read Full Post »

Con la legge Del Rio le provincie hanno perso molte competenze , molti soldi e molto personale. Nella semplificazione amministrativa il cittadino ha come riferimento statale prima il comune poi la regione: ergo quando i problemi sono di natura sopracittadina è la regione che interloquisce con i cittadini. L’intera regione non solo un assessore e nessun consigliere regionale. Ho allegato l’elenco dei consiglieri regionali tutti e mi sembra di non aver avuto il piacere di vederne alcuno nemmeno alla CONTRAM. Quindi quando asserisco che la REGIONE è assente a questo mi riferisco : nessun consigliere è venuto a rendersi conto di persona la distruzione morale, sociale ed economica che ha colpito questo pezzo di MARCHE ( che comunque è un consistente pezzo della propria regione che rappresentano).

ei

Quindi Cari AMICI e COMPAGNI sarà il caso che ci si metta a ragionare per avere un progetto ORA perché è ora che l’economia, la cultura, la piccola e media impresa, fanno le loro scelte. Discutere su un futuro possibile NON E’ PREMATURO perché non impedisce alle normali pratiche della “messa in sicurezza” di procedere ed al normale evolversi di questi fenomeni di non arrestarsi. Per avere un progetto non abbiamo bisogno di sapienti ricercatori di fama mondiale; dobbiamo essere noi con i nostri amministratori a proporre ciò che sentiamo nostro; avremmo bisogno poi del meglio per realizzarlo. Non dobbiamo scrivere 100 pagine ma ne bastano 10 per dire come pensiamo di costruire il futuro.

#ilfuturosicostruisce

 

consiglieriregionali

Read Full Post »

Oggi 26 Dicembre sono passati 60 giorni da quella serata che ha sconvolto la vita di tanti uomini e donne da USSITA a CAMERINO. Come so non bastasse ci siamo beccati un 6,5 domenica 30 Ottobre quando pensavamo che il peggio era passato. Ebbene ho la sensazione che qualcosa non quadri perché in effetti tutto tace intorno alla mia città ed i si dice e si mormora sono tanti ma non è giusto.

Vediamo cosa a mio avviso non va :

UNO

22.12.2016 Riaperta la zona rossa e la piazza san Benedetto a Norcia. Ci sono tutti, ma proprio tutti  Cattedrale imbracata in 50 giorni; da noi per guadagnare 200 metri lo stesso tempo. riapertura-zona-rossa-678x381

img_9910-copia-2

CON CHI CE LA DOBBIAMO PRENDERE ? QUALI MALI OSCURI ABBIAMO ?Consiglio comunale programmato dopo 60 giorni dal sisma senza nessun punto di discussione

DUE

In sessanta giorni il Sindaco di Camerino non ha ritenuto necessario convocare un Consiglio Comunale per ascoltare il contributo e le proposte dei consiglieri denigrando quella parte di cittadini che non lo hanno votato e che hanno i loro rappresentanti nè chiamati nè ascoltati. Per ironia della sorte al 61-mo giorno si convoca il consiglio con questo ordine del giorno

odg

NESSUNA VOCE PARLA DI TERREMOTO E/O DI EMERGENZA.  S C A N D A L O S O

TRE

SCHEDE FAST :  L’agibilità degli edifici situati nelle aree colpite dal terremoto di fine ottobre potrà essere verificata con una procedura veloce. La protezione Civile ha messo a disposizione la scheda Fast, che consentirà di esaminare con urgenza la situazione degli edifici e quantificare le reali esigenze abitative. ( fonte protezione civile)fast

L’archiviazione e la gestione delle schede è affidata al Comune di Camerino ; procedura veloce solo per alcune abitazioni, danni erariali ingenti , cosa dice la CORTE dei CONTI ? Tutto regolare o sorpassi in curva ?

QUATTRO

Sembra di essere in piena zona di guerra per come la nostra zona rossa è blindata. Ma se zrper sbloccare la zona e consentire ai cittadini di organizzarsi una vita alternativa ( consentendo un recupero beni meno traumatico) bisognerà attendere la totale messa in sicurezza credo che potremo organizzarci solo fra qualche anno. Bisognerebbe studiare una alternativa che consenta un ragionevole flusso di recupero. Mezzo secolo di vita in una abitazione non si recupera in un battito di ciglia.

CINQUE

Ma il rebus non sono le quattro osservazioni fatte ; non mi serve sapere ora come saranno risolti i problemi ecclesiastici del DUOMO o di Santa Maria in Via, se e quando ci saranno le schede per il rimborso , se guadagno qualche metro di zona rossa in un città deserta e spettrale, sie voglio le carceri nuove etc………..

LA DOMANDE A CUI  L’AMMINISTRAZIONE DEL MIO COMUNE DEVE RISPONDERE SONO MOLTO SEMPLICI :

  • quante sono nel centro storico di Camerino gli edifici lesionati ? i Vicini al 40% oppure vicini al 95% ?
  • che obbiettivo questa comunità si pone di raggiungere ? Tornare come prima ? Aggregarsi con altri comuni ? Scomparire ?
  • Con quale economia e con quali infrastrutture vivranno questi  cittadini?
  • Quali sono i programmi di sviluppo ed il calendario ragionevole dei tempi ?

san_filippo_neri_camerino1CARO SINDACO QUESTO MI DEVI DIRE ….. IO HO IL DIRITTO DI SAPERLO PER I MIEI FIGLI E PER IL MIO POCO FUTURO E TU HAI IL DOVERE DI FARLO CONOSCERE AI TUOI AMMINISTRATI che debbono poter decidere il proprio futuro ……

IO OGNI SETTIMANA TI FARO’ QUESTE DOMANDE E SPERO CHE TU POSSA RISPONDERE PERCHÉ’ LE TANTE INIZIATIVE GENEROSE E VOLENTEROSE ( Casa della Musica, Quartiere delle associazioni, asili in legno …. ) potrebbero non avere nessun senso.

 

 

 

 

 

 

 

Read Full Post »

In relazione ad alcune affermazioni pubblicate oramai da 15 giorni dall’Appennino sarebbe facile rispondere laconicamente con ” Democristiani in via della Giudecca e Berlusconiani in via Cisterna”; ma credo che le considerazioni espresse meritino alcune riflessioni. La prima riflessione da fare è che DARIO è stato sempre un uomo politico corretto, trasparente e leale come poche persone nel nostro paese, ma questo non significa che non si possa dissentire sulla sua attività amministrativa. In particolare in questi ultimi cinque anni DARIO non ha avuto le medesime intuizioni che lo portarono ad essere un protagonista della giunta Gaeta e della Giunta Grifantini. Quasi sicuramente i tempi sono cambiati ma amministrare la città insieme ai “rampantissimi berlusconer” ed ad un manipolo di persone dell’associazione “LA FABBRIUCA DEL FUTURO” non è stato sicuramente facile. I primi sono da 10 anni al governo della città con risultati che sono su gli occhi di tutti ed ora, dopo aver fatto pratica di malgoverno, si candidano di nuovo al go001verno della città con tutte le loro forze ed anche con compagni di viaggio insospettabili. I secondi hanno avuto un futuro che è durato solo sei mesi, quindi si sono sfaldati ed hanno consolidato le loro posizioni di potere che vanno dagli assessorati alla corsa alla spada . Un vero disastro che ha finito per travolgere forse la sola persona che aveva la speranza di far rinascere camerino dopo l’oscurantismo FANELLIANO. E qui ritroviamo il secondo punto di questa riflessione “FANELLI e CITTA’ sul MONTE”. Si potrebbe disquisire all’infinito su questa associazione ancora in vita . Voglio solo ricordare le promesse mai realizzate , la durissima opposizione nel quinquennio GIANNELLA che ha bloccato la città, le bugie raccontate e i circa venti anni di continua occupazione del poter cittadino. Nella più completa disfatta dell’ultima tornata elettorale ( lista con Fanelli Enzo ( non il figlio) e con GENTILI ( assessore uscente) ) arrivano ultimi. Tu pensi che sia finito un ciclo ed anche un modo di pensare che ha portato la città a questo livello;  tu pensi che Dario e la fabbrica del futuro forse possano con coraggio riprendere la strada della crescita, dell’apertura verso l’esterno , della valorizzazione. Niente da fare “il buon governo” è dietro l’angolo e sponsorizzato dalla chiesa ufficiale ci fa ripiombare nel nostro periodo più oscuro. Addirittura la città si mobilita in massa per appoggiare un candidato rettore che è di CAMERINO e come tale offre tutte le garanzie che nooi vogliamo : “Questo è nostro e guai che ci le tocca “. E veniamo al punto finale : il partito democratico è molto cambiato dalle primarie del 14 ottobre 2007 passando da una sconfitta a l’altra e sta sempre più diventando un partito ” di nani e ballerine” , Ma la maggioranza di questo partito, al quale si deve per forza rivolgere chi pensa che la sinistra debba e possa governare questa città e questo paese, ha deciso di procedere verso una strada in cui gli avversari di ieri possano essere le nuove risorse dell’oggi. E’ vero ci sono e ci possono essere mal di pancia ma noi siamo il PARTITO DEMOCRATICO e non “la filatelica di Campoladino” per cui anche io dico  votate e fate votare TROJANI SINDACO scegliendo nella lista i candidati del partito democratico (BELARDINELLI, CAPRODOSSI, LUZI, SCOCCO , VASTA ).

Read Full Post »

Il Consigliere Regionale di Sinistra Ecologia Libertà Massimo Binci, ha presentato un emendamento all’art. 38 dell’Assestamento di Bilancio 2010 per la gestione pubblica dell’acqua che recita:
“La Regione Marche disciplina il servizio idrico integrato regionale come servizio pubblico locale privo di rilevanza economica”

“Questo emendamento – afferma Binci – permette l’affidamento della gestione del servizio idrico solo a Enti di diritto pubblico, come le società consortili tra enti pubblici secondo gli obiettivi della legge d’iniziativa popolare per la gestione pubblica delle acque e del servizio idrico.”

La non rilevanza economica del servizio idrico integrato, permette di sottrarlo all’obbligo della libera concorrenza, quindi della gara prevista all’art. 38 se realizzato senza finalità di lucro e come servizio essenziale di pubblico interesse gestito direttamente sotto il controllo degli enti affidanti.

“L’accoglimento dell’emendamento – conclude Binci – condizionerà il voto favorevole all’Assestamento di Bilancio 2010 di Sinistra Ecologia Libertà”.

Read Full Post »